domenica 1 aprile 2012

Patatineeeeeee!!!!


quanto sono buone le patatine belle calde, che profumano di rosmarino, magari intinte nel ketchup. Però non ho voglia di friggere.
Nella dispensa c'è mezzo pacco di farina di ceci che mi chiede di essere usata ed allora perchè non accontentarla preparando un piccolo e goloso pesce d'aprile

ingredienti
30 g di olio extra vergine di oliva
2 rametti di rosmarino fresco
250 g di farina di ceci
750 g di acqua
1/2 cucchiaino di sale

esecuzione
nel pentolino dove si cuocerà la polentina di ceci, mettere l'olio ed il rosmarino, scaldarlo, poi toglierlo e metterlo in una ciotolina. Senza lavare il pentolino mettere 750 g di acqua e portarla a bollore, salarla e versare a pioggia la farina di ceci setacciata. Mescolare energicamente e cuocere per 30 min mescolando spesso.

con il bimby:
Mettere nel boccale, l'olio ed il rosmarino: 3 min 100° vel soft, toglierlo e metterlo da parte.
Senza lavare il boccale mettere l'acqua e portarla a bollore: 6 min 100° vel 1, con le lame in movimento (vel 3) il sale e la farina di ceci (setacciata), cuocere: 10 min  90° vel 4, continuare per altri 20 min vel 3 con la spatola inserita.


Intanto preparare una leccarda con un foglio di carta forno, ungerlo con l'olio profumato di rosmarino. Quando la polentina è cotta versarla sulla leccarda preparata, aiutandosi con un cucchiaio bagnato nell'olio stenderla, posarvi sopra un'altro foglio di carta forno e con la mano portarla all'altezza di 1/2 cm circa. lasciarla raffreddare coperta per almeno 3 ore.
Scaldare il forno a 200°, ungere con l'olio al rosmarino il composto di ceci (freddo), tagliarlo a bastoncini (1 x 6-8 cm) ed infornare la teglia per 5-10 min (forno ventilato) dare una mescolata ai bastoncini e cuocerli ancora per 10 (per farli dorare su tutti i lati)
Prima di servire queste patatine cospargerle con pò di sale
































con questa ricetta partecipo al contest indetto dal Molino Chiavazza "Pesce d'Aprile"








12 commenti:

  1. sicuramente un bel pesce d'aprile! E qualcuno c'è cascato davvero ...

    RispondiElimina
  2. ...mi sembrava strano Luisa!! ma queste sono praticamente delle "panisse" genovesi! ciao Ilaria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ilaria, si sono come le panisse genovesi o le panelle siciliane, rivisitate per l'occasione :smile:

      Elimina
  3. Che fantastica pensata! E le tue fotografie stanno diventando sempre più sofisticate. Complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiara, falle sono veramente buone!!!

      Elimina
  4. Troppo golose queste patatine bravissima!!! ciao Eleonora

    RispondiElimina
  5. Ciao, me ne mandi una porzione? Che buone che devono essere. Ti ho trovata grazie al contest del Molino Chiavazza, ed ora ti seguo, a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nannina, sono contenta che sei venuta a trovarmi, contraccambio la visita ed in bocca al lupo per il contest

      Elimina
  6. ciao, ti ho scoperto grazie al contest Chiavazza, ti seguo con piacere, se ti va passa a trovarci, a presto

    RispondiElimina
  7. ma che belle queste "patatine" sorpresa!!!!!
    brava.
    sono proprio contenta che Ilaria mi abbia consigliato di venire a guardare il tuo blog. Mi piace molto!
    ciao, Vitto

    RispondiElimina
  8. Luisa ho fatto le tue patatine, veramente ottime, certo che
    l'aspetto trae in inganno, sembrano veramente delle normali patatine fritte!!!!!!!!!!!!!!!! Le rifarò presto, anzi prestissimo.Complimenti per l'originalità. Un abbraccio

    RispondiElimina