domenica 30 settembre 2012

I testaroli (al pesto)


I testaroli sono delle crespelle cotte nei testi, poi tagliate a losanghe e lessate come una pastasciutta. Vengono conditi con il pesto, o con un sugo di funghi.
Sembra che questo modo di cucinare questa pastella di farina, acqua e sale sia conosciuta sin dai tempi dei romani e legata alla città di Luni (Lunigiana).
La pastella viene cotta in contenitori di terracotta o di ghisa chiamati testi. Queste teglie vengono scaldate sul fuoco e quando sono belle calde si versa la pastella per formare una crespella non molto sottile, una volta cotti da una parte, si girano e si cuoce anche l'altra faccia. Una volta non si voltavano, ma il testo veniva coperto da un'altro testo già caldo fino a formare una pila.
E' una cottura nota anche in Emilia Romagna, Liguria
Io non possiedo il testo, l'ho sostituito con una padella antiaderente e quando li preparo li condisco sempre con il pesto.

ingredienti per 6 persone:
250 g di farina 0
250 g di farina integrale
500-550 g di acqua tiepida
un pizzico di sale

esecuzione:
Mischiare le due farine con il sale, versarvi poco a poco l'acqua fino ad ottenere una pastella non troppo densa.
con il Bimby: mettere nel boccale le due farine con il sale e 500 g di acqua, 20 sec vel 4, controllare la densità e se serve unire ancora un pò acqua poca alla volta.
Fare riposare la pastella per 30 min
Mettere a scaldare una padella antiaderente (cm 26), quando è calda versarvi la pastella per ottenere una crespella alta almeno 3-4 mm. Una volta cotta da una parte, voltarla e finire di cuocere. Preparare così le altre crespelle. Una volta fredde tagliarle a rombi di 3 cm.
Portare a bollore dell'acqua, salarla, buttarvi i testaroli e spegnere subito. Dopo 3 min scolarli e condirli con il pesto.
Si possono condire anche con un sugo di funghi, salsa di pomodoro o formaggi
I testaroli si possono anche conservare in frigo per 3 o 4 gg, avvolgendo la crespella intera nella pellicola.

pesto al basilico con il bimby:
80 g di foglie di basilico lavate, belle asciutte
40 g di parmigiano
40 g di pecorino sardo
30 g di pinoli o noci
qualche grano di sale grosso
olio extra vergine di oliva ligure

mettere tutti gli ingredienti secchi nel boccale: 20 sec vel 7, abbassare tutto sul fondo: 20 sec vel 4







e oggi 1 ottobre li ho lessati e conditi per la felicità dei commensali



2 commenti:

  1. non li conoscevo! bella questa ricetta tradizionale!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se provi a farli aspetto un tuo commento

      Elimina